Aggiornamenti modelli e analisi meteo (Inverno 2017)

Home Forum Generale Discussioni Aggiornamenti modelli e analisi meteo (Inverno 2017)

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Paco 1 mese, 3 settimane fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #4078

    Ale
    Partecipante
    • Città : Caravaggio
    • Altezza s.l.m. : 111

    Ciao, sono Alessandro di Caravaggio 26 anni, grande appassionato di meteorologia.

    Spero di fare una cosa gradita aprendo questa discussione per gli aggiornamenti dei modelli meteo per questo inverno 😉

    Posto una mia breve analisi sulla situazione attuale e sull’ evoluzione dei prossimi giorni.

    Attualmente sull’ Europa centro-occidentale abbiamo una di zona alta pressione decisamente intensa con massimi fino a 1040hpa a nord delle Alpi.


    tuttavia il sud Italia e il versante adriatico rimane parzialmente scoperto e si ha l’ afflusso di correnti fredde da NE a causa della zona depressionaria posizionata sulla Turchia

    Nelle prossime ore, la circolazione fredda al sud si andrà attenuando gradualmente, ma, a causa dell’ elevazione dell’ alta pressione verso l’ Islanda, avremo la discesa di aria artica marittima verso l’ Europa Centrale.

    è importante osservare che dalla saccatura principale si distacchi una goccia fredda che va ad alimentare una zona di bassa pressione vicino alle Azzorre

    Di seguito, la saccatura principale scorre verso sud-est interessando marginalmente anche l’ Italia.

    Dalle mappe DWD osserviamo il fronte in arrivo al centro-italia, l’ entità di questo peggioramento è ancora da vedere visto che non c’ è troppa concordanza nei modelli.

    Per il seguito uso le ens per il semplice motivo che c’ è ancora troppa incertezza che si può osservare dalle mappe dello spread.

    A sole 120 ore vediamo come sia difficile prevedere la posizione delle gocce fredde nell’ Atlantico e della depressione d’ Islanda, tutta questa incertezza è dovuta al classico effetto farfalla.

    Queste differenze vanno poi a modulare l’ evoluzione successiva, ovvero dove si avrà la pulsazione della wave2 ( Alta pressione delle Azzorre)
    E come si vede lo spread, quindi l’ incertezza, aumenta se guardiamo il medio lungo termine

    Non è solo un problema di gfs, ma anche di ecmwf

    Comunque guardando la media è possibile vedere i segnali per l’ evoluzione per la prima decade di gennaio.
    Sia dalle ens di gfs che di ecmwf si vede la formazione di un possibile pattern a 2 wave e con conseguente affondo artico verso l’ europa centro orientale.

    Visto l’ incertezza di cui ho parlato sopra è presto per poter affermare se e come interesserà l’ Italia, anche perchè poi ci sono tantissime evoluzioni possibili.

    Ai prossimi aggiornamenti  😉

    Alessandro

    • Questo argomento è stato modificato 1 mese, 3 settimane fa da  Ale.
    • Questo argomento è stato modificato 1 mese, 3 settimane fa da  Ale.
    #4082

    Paco
    Partecipante
    • Città : Treviglio
    • Altezza s.l.m. : 125m s.l.m.

    Ciao Alessandro, piacere io sono Paolo.

    Ottima analisi, incertezza che insidia tutti i modelli devo dire….vediamo i primi del 2017 se riusciamo ad ottenere qualcosa di concreto 😉

    A presto e Buon Anno

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.

Lost Password

Register

Vai alla barra degli strumenti